ST21 – Gazette Edizione 13

ST21 – Gazette Edizione 13

WELCOME TO COMMON PLACE

Che peso ha il giudizio per ognuno di voi?
Quante volte vi siete sentiti giudicati?

La dimensione del giudizio, i traumi, le diversità, l’incapacità di comprendere, sono i principali fattori che accrescono la distanza tra il nostro essere e l’ambiente che ci circonda rendendoci in prima persona sia vittime che carnefici.
Tutti i luoghi comuni e le continue pressioni del mondo esterno sono l’urgenza primordiale che ha portato le Bqb, compagnia di danza dell’associazione Tedacà, a intraprendere il percorso creativo di Welcome to Commonplace, uno spettacolo di danza narrativa che ha come protagoniste quattro donne con quattro storie e caratteri differenti.
Le quattro ragazze si trovano a condividere alcuni spazi comuni, una grande piazza, la metropolitana, un minuscolo ascensore per poi giungere ognuna nella propria casa, o meglio, nella propria camera, luogo più ridotto e intimo dove fatiche e sogni possono finalmente trovare uno spazio sicuro dove coesistere.

Ma ecco che lo spettacolo s’interrompe e il pubblico diventa il protagonista, ovvero non può limitarsi a vedere ciò che succede sul palco, ma deve scegliere una tra le quattro donne, una sola delle quattro storie su cui focalizzarsi.

Lo spettatore potrà scegliere tra: Alice, la trentenne vivace e sognatrice che si ritrova immersa in un mondo materiale che non comprende le sue aspirazioni; Emily, una donna apparentemente perfetta ed elegante che si trova spesso sola; Lisa, un’artista solitaria che si troverà ad affrontare un’amicizia un po’ troppo ingombrante e ossessiva e, infine, Sofia, una ragazza molto romantica che, inseguendo l’amore, si troverà a essere violata nel profondo perdendo la fiducia nel prossimo.

Quattro caratteri diversi ma tutti segnati da una profonda solitudine, il vero luogo comune tra performer e spettatore. Ciò che paradossalmente ci allontana,in verità, ci accomuna. Essere consapevoli che tutti, anche solo per un istante, viviamo quel momento, ci dovrebbe far riflettere soprattutto sul potere sottovalutato e positivo dell’empatia.

La compagnia Bqb è una compagnia professionistica di danza narrativa dell’associazione Tedacà. Ne fanno parte Giulia Guida, Valeria Pugliese, Valentina Renna e Viviana Stizzolo. Quattro danzatrici e insegnanti con quattro background differenti:chi proviene dal mondo della street dance, chi ha una formazione più classica e moderna e infine chi si è specializzato nel tip tap. 

Instagram: bqb_tedaca

Facebook: Balleronze Q.B.

Questa diversità ha permesso di creare oltre aWelcome to Commonplace anche lospettacolo di teatro danza “STREET STRIIT”, varie coreografie di massa tra cui “TORINO DANCE HALL” realizzata insieme al coreografo internazionale Nikos Lagousakos e una formazione aziendale per Kuehne + Nagel s.r.l. presso il Teatro La Scala di
Milano.
“Welcome to Commonplace” ha debuttato presso il Teatro Bellarte di Torino all’interno della stagione teatrale 2019/’20 Be Unhappy di Fertili Terreni Teatro ed è stato selezionato
all’interno dell’HIGH FEST (International Performing Arts Festival) di Yerevan.

Produzione TEDACÀ
Ideazione, regia, coreografia e
interpretazione: COMPAGNIA BQB
Foto EMANUELE BASILE

Cause the music plays forever…

by Barbara Ciluffo

La mia vita è indubbiamente caratterizzata dalla presenza costante di musica e colonna sonora che a tratti, nonostante il tempo che va, mi ritorna in mente e mi porta indietro nel passato o mi proietta nel futuro senza trascurare il presente. Il primo brano a cui istintivamente ho pensato quando ho cominciato a prendere una leggera consapevolezza del  periodo che stiamo vivendo, facendo associazione di idee con la situazione attuale, di cui mi preme di voler analizzare sinteticamente il testo, e’ stato ’IT’S ALRIGHT’ che fu composto e realizzato nel 1987 dal dj produttore STERLING VOID sulla celebre etichetta discografica di musica House di Chicago Dj International Records (famosa anche per la produzione del genere musicale Hip House).
In seguito i Pet Shop Boys furono interessati a realizzarne una propria versione con un verso aggiuntivo rispetto a quella di Void e successivamente remixata dallo stesso Void .

Il brano esordisce menzionando una serie di situazioni politiche problematiche di quegli anni, quali la dittatura in Afghanistan, la rivoluzione in Sudafrica, l’oppressione in Eurasia, ma procede con la consapevolezza che anche la natura subisce violenza con conseguente mutazione e ribellione : le foreste cadono a un ritmo disperato…la terra sta morendo e il deserto sta prendendo il suo posto…le persone si trovano sotto pressione sull’orlo della fame…
La vita nella sua evoluzione, a causa di errati comportamenti umani, ciclicamente si presenta con un conto da pagare e la storia, anche se con modalità differenti in qualche modo, si ripete.

Ma poi subentra il messaggio positivo di questo brano. Infatti esiste lei, LA MUSICA, la nostra salvezza. Qualunque cosa succede al mondo suona sempre e all’infinito. La musica ha un potere magico e nonostante i drammi, le tragedie nel mondo, ci da forza, crea unione, riesce a tirar fuori il lato positivo dell’umanità e non si ferma mai. Può modificare il nostro umore trasformando uno stato d’infelicità in uno stato di benessere e gioia. È impensabile la vita senza la musica.


…AND IT’S GONNA BE ALRIGHT!

Instagram: Djbarby
Facebook: Barbara Ciluffo
Soundcloud: barbara-c

STUDIO 21 RIPARTE!!!

Lo Staff di Studio 21 si e’ organizzata per la riapertura delle sale dal Lunedì 1 giugno in tutta sicurezza.
STUDIO 21 RIPARTE!!!

Di seguito alcuni dei provvedimenti di sicurezza da tenere presente durante la ripresa:
1. Struttura interamente sanificata da una una ditta specializzata con rilascio di certificazione;
2. Obbligatorio entrare nella struttura con la mascherina;
3. Al vostro arrivo sarà obbligatorio compilare l’autocertificazione, in caso di minore essa dovrà essere compilata da un genitore;
4. Saranno presenti colonnine igienizzanti situate all’entrata e all’ingresso delle due sale;
5. Verranno messi a disposizione dei sacchetti in cui riporre i vostri effetti personali;
6. Sarà obbligatorio cambiare le scarpe all’entrata della struttura. La borsa e i sacchetti con i vostri effetti personali potranno essere depositati in sala negli appositi spazi organizzati;
7. Le sale adibite all’attività sono state organizzate in modo da garantire il distanziamento di sicurezza;
8. Non è obbligatorio l’utilizzo della mascherina durante la lezione purché si rispetti la distanza di sicurezza;
9. Non sarà consentito l’accesso a genitori o accompagnatori;
10. Le classi saranno a numero chiuso con obbligo di prenotazione.
11. È vietato l’uso delle docce negli spogliatoi;
12. Tutti i locali verranno igienizzati al termine di ogni lezione;
13. In caso di sintomi influenzali o familiare sintomatico è obbligatorio rimanere a casa.
14. L’impianto di condizionamento sarà spento. Si manterranno le finestre aperte per consentire il ricircolo dell’aria.

Studio 21 si sta adeguando ad ogni regola del Nuovo Decreto per poter garantire a tutti la massima sicurezza. Vi chiediamo aiuto e collaborazione soprattutto per la ripartenza in modo sicuro..
Non vediamo l’ora di riprendere a ballare insieme!!!
STAY SAFE. STAY STUDIO 21.

STUDIO 21 PLAYLIST

By Localock

1. What If – Magnus Carlson
2. It Really Hurts Me Girls – The Carstairs
3. I Can’t Help Myself – Four Tops
4. Rescue Me – Fontella Bass
5. Dancing In the Street – Martha Reeves
6. Ain’t Nothing But A Houseparty – The showstopper
7. Soul Time – Shirley Ellis
8. Nothing But A Heartache – The Flirtations
9. Got To Find Away – Cajun Hart
10. Beggin’ – Timebox
11. Philly dog – Herbie Mann
12. Mr. Big Stuff – Jean Knight
13. The Champion – Willie Mitchell
14. (Love Is Like A) Heat Wave Martha Reeves & The Vandellas
15. Girl Are Out To Get You – The Fascinations
16. Catch Me I’m Falling – Ester Philips
17. Nowhere To Run – Martha Reeves & The Vandellas
18. Rivers Of Tears – Barbara Banks
19. Suspicion – The Original
20. I’m On My Way – Dean Parrish
21. Time – Edwin Starr