ST21 – Gazette Edizione 16

ST21 – Gazette Edizione 16

DEEPLE

Ciao, sono Fede, ballerina e studentessa di sociologia. In arte ancora non so. Ho cambiato più nomi, ma si dice che l’aka definitivo debba dartelo qualcuno di esterno, qualcuno che ti conosce bene. Perciò sono ancora in cerca della mia parola, del mio trucco, di una corta definizione con cui presentarmi al mondo.

Nel frattempo, mi immergo nell’amore sconfinato per la musica, cercando di colmare lo spazio tra i generi, di sintonizzarmi sulle diverse vibrazioni, di respirare ritmi e pause attraverso la danza e di capirli tramite la loro storia e cultura.

Questa nuova rubrica si chiama Deeple, ed è il primo piccolo passo verso la realizzazione di un progetto che ho in testa ormai da qualche anno. L’idea principale è quella di creare uno spazio per ora virtuale e nel futuro anche fisico da dedicare alla musica, agli artisti e a coloro che se ne nutrono quotidianamente.

Perché Deeple? Perché il concetto alla base di questo progetto è quello di andare in profondità nella conoscenza della musica, della cultura dietro ai generi e della storia che ha generato certi ritmi e danze. Mi piacerebbe fosse un piccolo rifugio per noi Deep people mai sazi e sempre alla ricerca di nuove vibrazioni.

Nel pratico, in questi articoli, ci si occuperà della musica e della danza da vari punti di vista, dalle copertine dei vinili, alla storia di alcuni ritmi del mondo e a come essi ci influenzano ancora oggi, ma anche storie di artisti particolari e del loro rapporto con la musica durante il percorso di vita.

Spero che il viaggio vi piaccia.

– When they go sleep, we go deep – (Universal playground)

Peace, Federica Albo

“IL PERCHÉ DIETRO AD OGNI COSA”

Tempo di bilanci, tutto riparte con timidezza…con un colpo di tosse in metro rischi il rogo pubblico, se hai un raffreddore sei trattato come Kevin nel film “mamma ho perso la aereo”.

Ebbene la paura del contagio si basa su antichi codici comportamentali di quando eravamo ancora scimmie e forse anche più indietro; la paura della contaminazione è innata in tutte le specie animali, quindi si può comprendere la diffidenza diffusa.

Ora però, superato lo shock stiamo tutti provando a tornare ad una vita normale, ma soprattutto stiamo tornando a praticare danza.

Una vita normale… A parte ovviamente l’ addestramento quotidiano in stile Mossad che le associazioni ci impongono prima di entrare: igenizzare le mani, misurazione temperatura, autocertificazione, registro presenze, nulla in giro, borse chiuse e ricominciare. Una vera seccatura! Eppure dietro questa attenzione da orologiai svizzeri, si nasconde molto di più;

Piero Angela ha detto che gli italiani sono indisciplinati ed effettivamente è difficile dargli torto, ma quando entrano in ballo concetti come l’ accudimento, l’ altruismo e l’ amore ecco che diamo il meglio del nostro popolo.

Proprio così! Tutta questa ansiogena applicazione delle regole è un atto gigante di cura verso i propri associati, un atto di accudimento , un atto di amore… Possiamo fare un parallelismo con i pranzi della domenica a casa delle nonne, quelli con 18 portate, dove più ci sono pietanze più la nonna dimostra l’ amore verso i nipoti.

Quindi ricordate; se in una associazione, prima di entrare in sala vi sottopongono ad un trattamento simile a quello degli astronauti prima di entrare nello shuttle, allora siate gentili e grati (brontolate di nascosto!) perché vuol dire vi vogliono bene e soprattutto vi stanno proteggendo.

Buona Stagione Sportiva a tutti.

Gianluca Carcangiu

SAFE HOUSE

Safe House è un progetto di Chiara Babí nato nel 2019. Questo percorso vuole fondare radici sulle club dance ed in particolare mettere a fuoco L’House dance e le influenze musicali e tecniche che l’anno influenzata con l’intento di creare un punto di riferimento per la realtà torinese e non.

Un progetto ambizioso che richiede tempo, conoscenza e passione. Tradotto in attività, SAFE HOUSE proporrà workshop e talk con insegnanti italiani ed esteri riconosciuti nella scena dell’House dance e House music.

Inoltre proporrà workshop ed approfondimenti di ciò che ha influenzato il movimento (Tip Tap, afro, capoeira, salsa, Jazz )

STUDIO21 PLAYLIST by Milena